Cookie Policy Protagonista delle nostre foodbox: Riso Maestro del Podere Commenda
svg

SHARED KITCHEN & FOOD SHOWROOM

    Protagonista delle nostre foodbox: Riso Maestro

    mangiare sano / Dicembre 9, 2020

    Artigianalità e passione. Sono queste le parole d’ordine con cui si presenta il riso Maestro. Una dichiarazione d’intenti che non poteva non indurre Foodgarage66 a farne uno dei compagni di strada. Non solo.

    Ci hanno colpito le sue qualità, così vicine a quelle che sono le intenzioni di Foodgarage66: sostenibilità, artigianalità, qualità. Non poteva quindi non diventare il protagonista delle nostre foodbox, di una in particolare, da cui – come le vere star – ha preso anche il nome. Nella “Foodbox Riso maestro” trovate, per accompagnarlo, una crema di carciofi e tartufo estivo, la bagna cauda e la crescia sfogliata di Urbino. Ma per ora vi raccontiamo di lui, il Maestro, un carnaroli di Contiriso, di grande qualità.

    Il Riso Maestro: salute prima di tutto

    L’obiettivo di Foodgarage66 è quella di offrire ai suoi clienti la possibilità di cucinarsi in modo rapido e semplice un pasto che sia, prima di tutto, sano. E fare del Maestro il centro della nostra foodbox era inevitabile anche perchè “salute” è una delle parole chiave dell’azienda. Questo piccolo prodotto della spiga, infatti, è un prodotto apparentemente semplice, quasi insignificante all’apparenza, eppure ricchissimo di proprietà nutritive. Ma soprattutto gode di una alta digeribilità. La più alta tra tutti i farinacei, a cui si associa un significativo effetto regolatore della flora intestinale. Come sa chi sta seguendo una dieta, poi, è povero di grassi e – a crudo – apporta 330 kcal per etto. A proposito di diete, poi, il Maestro è particolarmente indicato per le diete iposodiche, quelle utili a prevenire e trattare patologie come l’ipertensione.


    Un altro dei punti cardine del lavoro di Foodgarage66 è l’attenzione alle esigenze del cliente. Tutti i clienti, inclusi i portatori di allergie alimentari e i celiaci, che sanno quanto possa essere difficile, talvolta, trovare prodotti gustosi ma adatti a proteggere la loro salute. Ebbene, questa scelta riguarda anche voi. Il riso infatti (confezionato separatamente, come tutti i prodotti, sicuri da reciproche contaminazioni) è senza glutine, quindi aspetta tutti i clienti celiaci!

    Poco fa abbiamo parlato delle grandi qualità dietetiche del riso Maestro di Contiriso. Andiamo più nel dettaglio: Questo carnaroli è un’importante fonte di vitamine del gruppo B (diammina, riboflavina, niacina, piridossina e acido folico). Ma è ricco anche di: fosforo, potassio, magnesio, sodio e calcio. Per quanto concerne gli oligoelementi, nel riso ci sono: rame, selenio, zinco e ferro.

    L’ingrediente del Riso Maestro: l’artigianalità.

    D’accordo, ma di cosa è fatto il riso Maestro? In questo caso, raccontare gli ingredienti di un riso è meno difficile di quanto sembri. Un alimento così semplice è, in realtà, il prodotto di molte cose. L’acqua, prima di tutto. In questo caso sono le acque superficiali del Sesia, perfette per la coltivazione del riso. Così come lo è la terra da cui nasce, la Lomellina, in cui si dice che le coltivazioni di riso – con il carico di fatica e folclore (Ricordate le mondine e i loro canti?) siano iniziate fin dal Quattrocento, per iniziativa di Gian Galeazzo Visconti, addirittura dieci anni prima della scoperta dell’America, nel 1482.

    Qui meglio che altrove si verificano quelle particolari condizioni di temperatura e umidità che si creano nelle caratteristiche risaie, necessarie alla coltivazione del riso. In luoghi come questo, questa antica pianta della famiglia delle graminacee ha trovato il contesto perfetto, dopo essere arrivata in occidente dai Paesi orientali, per diventare protagonista delle nostre tavole.
    L’altro motivo che ha spinto Foodgarage66 a collaborare con Riso Maestro è l’attenzione alla sostenibilità. La lavorazione infatti avviene a pietra, secondo la tradizione. Una gentile abrasione del chicco, spiegano i produttori leviga il chicco perché resti perfettamente integro e mantenga al meglio le sue proprietà nutrizionali.

    Il riso Maestro dal Podere Commenda alla foodbox di Foodgarage

    Prima di finire dentro la foodbox di Foodgarage66 che porta il suo nome, la storia di riso Maestro è stata lunga. Riso Maestro nasce nel 1955 ma è già dall’Ottocento che, con la costruzione del Canale Cavour, nella zona lomellina si coltiva riso di qualità. Quella del riso Maestro è garantita dalla passione di donne e uomini che vi lavorano da decenni con passione e sapienza derivata dalla tradizione.


    Il Podere Commenda, centro della produzione, si trova a Rivoltella, frazione di Rosasco. Siamo, come detto, nel cuore della lomellina, nelle campagne tra Vercelli e Novara, i luoghi del riso per antonomasia, sulla sponda orientale del Sesia.

    Qui si coltivano varietà di riso rigorosamente italiano che devono avere tre fondamentali caratteristiche per essere riso Maestro, indispensabili al produttore come a Foodgarage66: sostenibilità, qualità, artigianalità. Deve esserci, spiegano i produttori: Una coltivazione in risaia attenta e rigorosa con il massimo rispetto dell’ambiente, ed ecco la sostenibilità.


    L’essiccazione deve poi essere svolta a temperature moderate per mantenere integro e compatto ogni singolo chicco: garanzia di artigianalità.
    E infine, per riso Maestro di Contiriso, la cui sbiancatura si ferma al secondo “lavorato” che è garanzia di più sapore e tenuta alla cottura.

    Indici sicuri di qualità. Tre ottimi motivi per non perdersi la nostra Foodbox riso Maestro, non vi pare?

    Aprile: 2021
    L M M G V S D
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
    Termini e Condizioni