Cookie Policy Il Cibo per gli Uomini è Sopravvivenza + Cultura - Foodgarage
svg

SHARED KITCHEN & FOOD SHOWROOM

    Il Cibo per gli Uomini è Sopravvivenza + Cultura

    mangiare sano / Agosto 17, 2020

    Il cibo e il mangiare, com’è universalmente noto, sono due fondamentali elementi connessi, sin dalla loro  comparsa, alla necessità di sopravvivenza di tutti gli esseri viventi sia del mondo animale che vegetale. Essi, sin dalla preistoria hanno avuto, però, per l’uomo. un ruolo e delle caratteristiche molto più varie e complesse rispetto a tutti gli altri appartenenti alla biosfera. Tale speciale funzionalità,  come ci hanno sempre spiegato storici, antropologi, etnologi, sociologi,  ma anche scrittori, pittori, scultori, musicisti, attori, dall’antichità ad oggi, deriva dal fatto che, per gli uomini, l’alimentazione non ha solo un’ imprescindibile e cogente finalità biologica (come per gli animali o le piante), legata alla semplice nutrizione e sostentamento dei loro organi vitali, ma ha acquisito, nel tempo, soprattutto, una variegata e sofisticata valenza culturale.

    SOCIALIZZAZIONE E CORTEGGIAMENTO

    Infatti, l’uomo alle iniziali motivazioni di pura sopravvivenza fisica, ha aggiunto al cibo e al mangiare una serie infinita di componenti estetiche. di scelte nutrizionali e organolettiche e dietetiche, mirate alla salvaguardia, soprattutto, della sua salute (benessere psico  – fisico) ma, anche,  a favorire la sua fondamentale e necessaria esigenza di socializzare con i suoi simili, ivi incluso l’obiettivo erotico – sentimentale di conquistare e possedere la donna di cui si e’ innamorato. Naturalmente, tale bisogno di socializzare  è sentito, anche, dalla donna verso l’uomo. Per soddisfarlo gli esseri umani accompagnano le loro azioni  con una serie infinita di raffinati e, talora, complicati, rituali, azioni, linguaggi mimico – gestuali (corteggiamento).

    LA GUERRA PER IL CIBO

    Ma c’è dell’altro. In particolari circostanze  ( come nelle carestie o a causa di sfavorevoli condizioni climatiche, o nelle ritirate degli eserciti sconfitti, eccetera…..) gli uomini, quasi in preda ad una furia irrefrenabile, ad un vero delirio, si scatenano contro altri uomini per rubar loro il cibo.

    IL CIBO COME STRUMENTO DIPLOMATICO

    Ma è  accaduto, anche, nella storia degli individui e dei popoli, che, dinanzi ad una tavola imbandita di pietanze prelibate, si sono appianati i conflitti, si sono firmati trattati di pace o si sono combinati accordi nuziali.

    IL CIBO COME ELEMENTO DI DISTINZIONE SOCIALE

    Un’altra caratteristica, tipica degli uomini, che, nel corso dei secoli, si e’ mantenuta e sviluppata, pur assumendo forme diverse, e’ legata alla differenziazione della tipologia di alimenti assunti ma, anche, del modo di consumarli, a seconda dell’appartenenza alle diverse classi sociali distinte dalla loro maggiore o minore ricchezza (denaro, beni immobili, etc). E, allora, per esempio, sappiamo che, nel Medioevo e nel Rinascimento ed anche oltre, gli aristocratici preferivano mangiare la carne di fagiano considerata pregiata, i  poveri dovevano accontentarsi del pollo o della gallina o delle patate e della pasta e fagioli. E, ancora, i ricchi, come bevanda, hanno, In epoche recenti, piu’ o meno dal ‘700 in poi, preferito lo champagne e i vini pregiati e, come cibo, il caviale o le ostriche, i poveri si son dovuti accontentare degli spaghetti al sugo, accompagnati dal vino comune o dalla birra, i ricchi o i nobili portavano i cibi alla bocca usando il cucchiaio e la forchetta, mentre i poveri mangiavano con le mani.

    Tutto ciò dimostra, ancora una volta, che, per gli uomini, il cibo, oltre a soddisfare i loro  bisogni fisiologici, per garantire la loro sopravvivenza, è, sempre più, divenuto, nel corso dei secoli, fino ad oggi, un simbolo culturale.

    Maggio: 2021
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
    Termini e Condizioni